La fornitura e il tasso di luce nella vostra casa

Se vi trasferirete nella vostra nuova casa, tra le prime cose, dovrete fare diversi controlli per verificare che tutto sia corretto prima di iniziare a viverci. Tra le cose da controllare c’è sicuramente l’alimentazione elettrica. Se non si dispone di una fornitura luce, sarà necessario attivarla. Per fare questo, bisognerà contattare un’azienda che vi guiderà in questo processo, come l’Enel. Si tratta di una procedura semplice e facile da eseguire. Indicativamente saranno necessari, per attivare la corrente elettrica, dai 5 ai 7 giorni lavorativi.

Una volta attivata la fornitura di energia elettrica, dovrete includere nel vostro contratto una tariffa per l’elettricità. È possibile confrontare le tariffe luce offerte da tutte le aziende.

Se le tariffe scelte inizialmente non vi soddisfano, a causa del numero di persone che vivono nella vostra casa o del numero di elettrodomestici, è importante sapere che potete sempre cambiarle. Dovrete semplicemente disdire l’attuale contratto in vigore e cambiarlo per una tariffa che reputate migliore. Questo cambiamento specifico è totalmente gratuito per il consumatore e può essere effettuato tutte le volte che è necessario.

Il risparmio energetico con l’illuminazione a LED

Grazie all’illuminazione a LED è possibile risparmiare e utilizzare in modo efficiente l’energia elettrica. Esistono diverse tipologie di illuminazione led: a lampadina, a tubi e le strip led. Le strip led sono quelle che generano meno consumo energetico, vi raccontiamo alcune delle peculiarità che questo tipo di illuminazione ha:

  • Consideriamo una striscia led composta da chip di tipo 2835, la strip SL200 ES, che possiede 240 led per metro. Essa è in grado di produrre una luminosità pari a 2600 lumen per metro, con un consumo di soli 12 W per metro, in confronto ai 40W, o più, per metro, di un tubo al neon fluorescente. Per questo motivo, vi permetteranno di risparmiare sulle bollette della luce nella vostra casa. E non solo potete usarle all’interno della vostra casa, ma anche all’esterno, sia in giardino che in terrazza.
  • Un altro particolare di cui non possiamo non parlare è la durata media di vita di una striscia a led che può arrivare fino a 100 000 ore (ed i continui progressi fanno presupporre risultati ancora migliori in futuro), paragonata con quella di un tubo al neon fluorescente, che arriva ad un massimo di 24 000 ore.
  • A differenza dei neon fluorescenti, le strisce led non necessitano di plafoniere perché vengono spesso applicate direttamente a muro mediante la striscia adesiva. Oltre a ciò, i tubi al neon richiedono una maggiore manutenzione, essendo necessario sostituire gli starter dopo un determinato periodo di tempo.
  • Il LED può consumare fino all’80% di energia elettrica in meno.

Ci auguriamo che prendiate a cuore tutti i nostri consigli e che riusciate a risparmiare nella vostra casa, grazie all’uso dei LED. Tutto questo non solo vi farà risparmiare sulle bollette, ma contribuirà anche alla cura dell’ambiente e del pianeta!

Vai al prodotto

Strip Led SL200 Energy Saver